Notizie da Taizé

Taizé: Notizie dopo l’estate

La settimana di riflessione per i giovani tra i 18 e i 35 anni, ad inizio settembre, ha permesso un bell’incontro tra i volontari di Taizé, delle persone che hanno vissuto in condizioni di precarietà e delle persone esperte nel loro campo. Tra i temi particolarmente sviluppati, l’accoglienza dei rifugiati e il dialogo interreligioso, con l’importante contributo dei giovani dell’associazione Coexister, degli amici parigini del Gruppo di Amicizia Islamo-Cristiano e dei allievi di Amburgo con una testimonianza sull’insegnamento interreligioso da loro. Al termine di questa settimana, sono già state fissate delle date per l’estate prossima: una settimana simile sarà organizzata dal 20 al 27 agosto 2017.

Tra le visite recenti da segnalare, una cinquantina di cattolici della diocesi di Suzhou, in Cina, accompagnati dal vescovo Joseph Xu, sono venuti a Taizé nel corso di un pellegrinaggio in Europa. Frère Alois e altri fratelli avevano visitato la loro diocesi in passato.

Un atelier con l’Arche: osare l’incontro

Tra gli atelier proposti durante l’estate, un incontro importante è stato quello tenuto da un gruppo dell’Arche, in presenza di Jean Vanier, fondatore del movimento. Aloisius, un giovane volontario del Kenya, ha condiviso le sue impressioni dopo l’incontro.

“C’è una forte somiglianza tra Taizé e l’Arche. Sebbene la comunità dell’Arche abbia un approccio differente per quanto riguarda l’occuparsi dei bisogni dei membri della comunità, il programma è più o meno lo stesso. I volontari e i portatori di handicap partecipano alle attività quotidiane. Jean-Baptiste lavora in un laboratorio, adatto ai portatori di handicap, che fabbrica protezioni solari per un costruttore di automobili. Era felice di servire il tè al punto di distribuzione a Taizé.”

Riga: Come prepararsi insieme all’incontro europeo?

Da qualche giorno, il centro di preparazione dell’incontro europeo ha aperto le porte nel centro storico di Riga. In un edificio di quattro piani, il gruppo di frère di Taizé, delle suore di Sant’Andrea e i volontari di una decina di paesi coordinano le visite nelle comunità cristiane della regione e si occupano di tutti gli aspetti logistici dell’incontro.

Sul sito internet, sono state recentemente pubblicati molti articoli in vista dell’incontro di Riga, tra l’altro, per iscriversi e il film di presentazione dell’incontro.

Inoltre, una pagina in francese elenca alcune idee per vivere insieme la preparazione all’incontro europeo. “Sarebbe bene cercare di vivere questo tempo con le Chiese locali: prendere contatto con i responsabili della pastorale dei giovani, riflettere su come invitare dei giovani a unirsi a voi, contattare i gruppi di giovani, le parrocchie, gli oratori delle università, i movimenti, pensare anche ai giovani che non vanno in Chiesa o che non ci si sentono facilmente a loro agio…”

America Latina, visite in diversi paesi

In primavera, un frère della comunità si è recato in America Centrale per incontrare dei giovani del Salvador e del Guatemala, poi ha partecipato a Sucre, in Bolivia, ad un incontro con dei giovani boliviani e in Colombia a delle preghiere in diverse città. Di seguito un passo del suo racconto:

“In Guatemala, la parrocchia di San Cristobal si estende su un comune molto esteso. Una parte della popolazione vive nella cittadina, ma un’altra parte, consistente, abita nei villaggi, spesso in aree remote e difficilmente accessibili. Gli abitanti dei villaggi hanno soprattutto origini indigene e la loro lingua tradizionale è il poqomchi, una delle 21 lingue maya. Durante il conflitto armato tra i ribelli e il governo, negli anni 80, alcuni villaggi sono stati attaccati dall’esercito, spesso quasi tutti sono stati massacrati. Il prete della parrocchia era commosso quando raccontava che molti dei superstiti non hanno ancora superato il trauma legato a quelle violenze.”

Indonesia: Preghiere di Taizé nel quadro delle Giornate della Gioventù

Due frère hanno partecipato alla seconda edizione delle “Giornate indonesiane della Gioventù”, e hanno anche animato delle preghiere durante l’incontro. Scrivono: “La sfilata di apertura e la grande serata culturale dell’ultimo giorno testimoniano l’aspetto plurale della società indonesiana. La mattina si svolgeva la catechesi e il secondo giorno si è affrontato il tema della misericordia e del perdono. Quel giorno, alla fine della giornata, abbiamo organizzato una preghiera di un’ora con due brevi introduzioni: una per introdurre la preghiera stessa, il canto, il silenzio; l’altra alla fine della preghiera, per parlare dell’interculturalità e del perdono, così essenziali per vivere insieme. Poi, la veglia di preghiera è proseguita”.

Testo biblico commentato: Un’alleanza liberatrice (Esodo 34, 1.4-10)

Come testo biblico commentato per il mese di ottobre, il sito di Taizé propone la seconda meditazione tenuta da un frère durante la settimana di riflessione per i giovani tra i 18 e i 35 anni di inizio settembre a Taizé.

“Dio chiama Mosè per far uscire il popolo dalla schiavitù. Il popolo è stato così liberato e Mosè lo conduce attraverso il deserto, verso la terra promessa. Ma la vita non è facile, all’aridità del deserto di aggiunge la complessità delle relazioni sociali. Dio dà allora a Mosè delle indicazioni per aiutare il popolo a vivere in pace, in armonia con Dio e con la creazione. Se segue il cammino indicato da Dio, il popolo troverà la felicità. Queste indicazioni non vogliono restringere o limitare la libertà delle persone, ma dare loro dei riferimenti per aiutarli a vivere responsabilmente la loro libertà ritrovata.”

Agenda

  • Italia. Szilard (Romania), Markus (Germania) e Rui (Portogallo) vivranno come una comunità temporanea a Bari, per un mese a partire dal 7 novembre. Saranno accolti nella parrocchia di San Marcello e dalla Comunità di Santa Scolastica. Organizzeranno e parteciperanno a delle preghiere e saranno impegnati in un campo rifugiati della zona.
  • Timor Est. Un frère si trova in visita presso le diocesi di Dili, Baucau e Magliana. Il 15/10 si terrà un incontro con gli studenti dell’Istituto di Scienze religiose ICR (maumisaaci@gmail.com) e il 16/10 una preghiera con i giovani di Dili (amujoaosoares2016@gmail.com).
  • Stati Uniti. Due frère si trovano attualmente a Saint Louis, in vista dell’incontro che si terra in primavera 2017 nella città. Nei prossimi giorni, diversi incontri e preghiere si terranno in Indiana, a Bloomington e Indianapolis.
  • Lituania. Un frère farà visita a dei giovani del paese per otto giorni a partire da venerdì 14 ottobre nelle città di Kaunas, Vilnius et Alytus.
  • Polonia. Frère Alois sarà a Poznań il 27 ottobre, invitato dal gruppo ecumenico della città che celebra i suoi quindici anni e organizza una festa ecumenica della bBibbia. In questa occasione una preghiera aperta a tutti si terrà alle 17:30 nella chiesa di de St. Michała, via Stolarska 7. Precedentemente, due frère andranno insieme a Białystok, à Łódź e a Varsavia per diverse visite e incontri.
  • Germania. Frère Alois se recherà il 6 e il 7 novembre a Magdeburgo per il sinodo della Chiesa evangelica in Germania (EKD). Egli parteciperà alla preghiera di apertura la domenica mattino trasmesso dalla televisione pubblica tedesca (ZDF). Inoltre, durante il mese di novembre, avrà luogo in una cinquantina di città delle preghiere di sera con i canti di Taizé preparate dai giovani venuti a Taizé durante l’anno, in collegamento con il pastorale dei giovani delle diverse Chiese. Un fratello sarà presente ad alcune di queste preghiere.
  • Francia. Venerdì 18 novembre, una veglia di preghiera per le famiglie con i canti di Taizé sarà organizzata alla chiesa St Ignace, 33 rue de Sèvres, Paris 6e. Frère Alois ed altri fratelli saranno presenti. Allo stesso tempo, durante la sessione delle Settimane sociale di Francia sul tema “Insieme l’educazione”, delle preghiere con i canti di Taizé saranno proposte ai partecipanti.

Preghiera

Spirito Santo, tu abiti i nostri cuori e incessantemente ci ripeti l’amore di Dio. Allora noi vorremmo cantarti senza fine e ti chiediamo: rivela la tua presenza a tutti coloro che sono nell’oscurità che attendono di vedere la tua luce.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...